Inbound Marketing Manager, nuova professione 3.0

L’ambito digitale si consolida come un ambiente particolarmente attraente. Community managers, specialisti SEO e SEM, professionisti di eCommerce, agenti di assistenza online al cliente… sono esempi di esperti che non esistevano fino a 10 anni fa e invece, adesso, fanno parte dell’organigramma di molte aziende. Un esempio ne è l’inbound marketing manager, un esperto nell’acquisizione dei dati dei visitatori di un determinato sito internet, blog o pagina di social media. Una volta acquisite queste informazioni, elabora strategie con l’obiettivo di attrarre gli utenti affinché conoscano bene l’azienda e alla fine si convertano in clienti.

funnel_complete-small

In questa maniera, se il marketing tradizionale si basava in tecniche che, nella maggior parte dei casi, interrompevano l’utente fornendo informazioni che non erano state richieste, la sua evoluzione tiene conto delle esigenze del cittadino digitale, che si muove a proprio agio nell’ambiente online, sfociando in tecniche più sottili e attrattive. Questo profilo richiede una elevata qualifica, deve sapere come creare contenuto digitale attraente destinato all’acquisizione di leads, cioè, persone che forniscano i suoi dati di contatto mediante un form di una landing page. Però questa non è l’unica mansione di questo professionista, queste informazioni non servono a niente se non vengono immagazzinate e analizzate correttamente. Per questo, l’inbound marketing manager svolge anche funzioni di ottimizzazione di email marketing e metriche di marketing online, tra le altre cose.

 

Condividi su: