Posizionamento SEO e Web Responsive

I risultati di ricerca nei nuovi dispositivi mobile, sono un’esigenza di Google in chiave SEO, di fatto si notifica alle Web che sono sprovviste di un layout responsive di correre ai ripari. Inoltre, dal 21 di aprile 2015, chi non avrà il proprio sito ottimizzato per mobile sarà penalizzato per quanto riguarda le ricerche su Google in questi dispositivi.

Motivi per usare un layout responsive per la SEO

Il miglioramento in questo aspetto, riguarda anche il posizionamento Web. Questi tipi di layout, aggiunti a una buona user experience negli smartphone e tablets, migliorano sensibilimente l’ottimizzazione delle ricerche. L’aumento degli utenti e la portata dei dati in questi terminali, fa si che il 56% di questi utilizzano il proprio dispositivo per cercare servizi e prodotti in internet.
Il Responsive Design nelle pagine internet diventa la migliore opzione per le ricerche in internet. Il disegno delle pagine nei dispositivi, così come la SEO, deve essere eccellente oltre che comodo in modo che gli utenti no abbandonino il sito, eCommerce o blog, riducendo così il tasso di rimbalzo. Si crca di ottenere una facile navigazione e aumentare la velocità di caricamento, migliorando con questi aspetti il posizionamento Web. Lo sviluppo di questo tipo di disegno non è un trend del momento, bensì rimane come un requisito principale per le web che vogliono essere nelle prime posizioni di ricerca.

Perché Google esige layout che si adattano?

L’utilizzo dei dispositivi mobile per accedere alle pagine web cresce in maniera esponenziale, così diventa determinante l’ottimizzazione nei principali motori di ricerca. Google darà priorità nei risultati di ricerca a quei siti che hanno saputo dimostrare di adattare le proprie pagine al nuovo disegno responsive, migliorando così l’esperienza dell’utente.
Tra le azioni principali SEO per venire incontro a questa esigenza, ci sono:

  • Assegnare proprietà di indicizzazione al contenuto in una sola URL, per migliorare le prestazioni dell’algoritmo di Google.
  • Migliorare il tempo di caricamento evitando il redirezionamento verso altri siti, anche se questi hanno un layout responsive.
  • Pagine accessibili con la stessa URL che si possa visualizzare in tutti i dispositivi. Un’azione che migliora il contenuto e facilita l’interattività degli utenti.
Questi adattamenti “mobile” del posizionamento SEO, agevolano il lavoro di Google. Il layout responsive è divenuto un’esigenza per evitare penalizzazioni, sui risultati di ricerca, del principale motore esistente.
Condividi su:
Articoli Raccomandati

Aggiungi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *